CIIM Logo
Contact us   |   Site Map   |   Home
Confederation of Italian Entrepreneurs Worldwide - North America

Member Login 


Become a Member



Friday August 24, 2007

Vancouver la città più vivibile al mondo: presentata la classifica dell'Economist, Toronto al quinto posto

OTTAWA - Basso tasso di criminalità, forte crescita economica, alto grado di integrazione sociale, servizi che funzionano. Sono questi gli aspetti positivi che hanno permesso a Vancouver di essere nominata
"la città più vivibile al mondo" nell'annuale classifica redatta dall'Economist.
Toronto, in questa speciale graduatoria, si è classificata al quinto posto. In tutto sono state 132 le città prese in esame dagli esperti della rivista londinese. Alla luce di numerosi parametri - criminalità, sviluppo, qualità della vita, servizi, inquinamento e molti altri - le città in questione sono state passate al setaccio.
Alla fine si è creato un "indice di vivibilità" su una scala da 0 a 100, dove il valore più basso rappresenta una città ideale e quello più alto una città invivibile.
Vancouver ha totalizzato un indice di 1,3. La città della British Columbia ha conquistato la prima posizione in questa classifica per cinque anni consecutivi.
Nelle prime dieci, quattro sono australiane - Melbourne, Perth, Adelaide e Sydney - e quattro sono europee: Vienna, Copenaghen, Ginevra e Zurigo.
Molte città prese in esame hanno totalizzato buoni punteggi in alcuni parametri, ma allo stesso tempo sono state gravemente penalizzate in altri. New York, Tokyo, Hong Kong e Parigi, ad esempio, sono fornite di ottimi servizi e da un punto di vista economico sono in pieno sviluppo. Ma la presenza di un alto tasso di criminalità e di un forte inquinamento non hanno permesso a queste città di guadagnare posizioni migliori in classifica.
Tra le città prese in esame dall'Economist, la meno vivibile è risultata Algeri, in Algeria.