CIIM Logo
Contact us   |   Site Map   |   Home
Confederation of Italian Entrepreneurs Worldwide - North America

Member Login 


Become a Member



Monday September 17, 2007

Lo sviluppo passa attraverso la salvaguardia dell'ambiente: CIIM Canada fa incontrare l'Italia e il Canada per un futuro "verde" per le industrie

 

Toronto - Un altro mattone per la costruzione dell'affascinante progetto di sviluppo industriale sull'asse Canada-Italia-Mondo. E' quello che intende porre la Confederazione Imprenditori Italiani (CIIM) nel Mondo Canada attraverso il meeting-conferenza in programma il prossimo 27 settembre a Toronto, presso il complesso del Westin Harbour Castle. Un appuntamento dal titolo suggestivo che non lascia dubbi sull'importanza degli argomenti che saranno trattati dagli illustri personaggi invitati dalla CIIM. 

"Un futuro verde per l'Industria? Tecnologie e innovazioni per un ambiente più pulito: la nuova frontiera per industria e agricoltura". 

Non si può pensare ad un futuro di crescita imprenditoriale senza una adeguata cultura ecologica e senza strumenti che siano in grado di proteggere il mondo che ci circonda e quindi le persone che ne fanno parte.

La presenza del Deputato del Parlamento Italiano  Onorevole Romolo Benvenuto, come ha inteso spiegare Leonardo Kosarew,  Presidente di CIIM Canada e portavoce Comitato di Coordinamento area Nafta,  non è affatto casuale. Rappresenta infatti il riconoscimento del progetto Ciim Nordamerica da parte delle istituzioni, progetto che cerca di portare l'attenzione del nostro Paese  verso i  mercati presidiati dalla CIIM, quello canadese in particolare. 

Confronto, analisi, crescita, ricerca: sono questi gli obiettivi principali che sin dalla sua nascita la Confederazione Imprenditori Italiani nel Mondo Canada ha perseguito e intende ancora perseguire nel prossimo futuro.

Crescita industriale e qualità della vita non possono non andare di pari passo: è questo l'elemento chiave della conferenza nella quale la Ciim ha pensato di presentare al pubblico anche tre importanti esempi di aziende italiane che si stanno affacciando al mercato canadese proprio attraverso l'azione di mediazione della Ciim.

Nessuno oggi si illude che lo sviluppo industriale del pianeta possa essere possibile abbandonando completamente l'oro nero, eppure le cose stanno cambiando, devono cambiare.  Arriverà un giorno non lontano in cui le aziende potrebbero farne a meno. I tempi sono già maturi e questa conferenza dimostra attraverso l'esperienza diretta dei rappresentanti di tre aziende italiane all'avanguardia nella tutela ambientale, che esistono società capaci di sviluppare soluzioni che permettono la netta riduzione del consumo di petrolio dando una risposta immediata al problema causato dall'inquinamento da materiali plastici di scarto, riducendo  contemporanemante le emissioni di c02 di origine fossile in atmosfera.

L'ordine degli interventi della conferenza sarà il seguente.

Introdotti dal discorso di benvenuto del presidente della Ciim Canada, Leonardo Kosarew, toccherà  all'Onorevole Romolo Benvenuto, membro della commissione ambiente, aprire la Conferenza esponendo al pubblico come la salvaguardia dell'ambiente sia una delle priorità del governo italiano.

John W. Diebe, Presidente e CEO di GLOBE Foundation il più importante think tank sull'ambiente in nord america offrirà uno spunto di riflessione sulla situazione ambientale in Canada e sulle opportunità che possono essere colte dalle imprese.

Il raffronto tra le attività del Governo Italiano e quello Canadese dovrebbe essere affidato alla prestigiosa presenza del Ministro del Tesoro Federale Jim Flaherty, ospite invitato ma la cui presenza, come ci dice Kosarew, non è ancora stata confermata anche se il Ministro ha già manifestato la sua intenzione ad aderire all'invito.

Il ruolo della ricerca: a che punto sono le aziende italiane con l'attività di tutela anti-inquinamento?

Illuminante in questo senso sarà il discorso di Catia Bastioli Presidente della Novamont, premiata col prestigioso riconoscimento "European Inventor of the Year 2007" dal commissario dell'Unione Europea, Günter Verheugen, e dal presidente dell'European Patents Office (EPO), Alain Pompidou.

Successivo a quello della Bastioli ci sarà l'intervento di Antonio Giordano, Presidente e Fondatore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine e direttore del Center of Biotechnology presso il Temple University's College of Science and Technology. Riconosciuto internazionalmente come ricercatore specializzato in genetica del cancro e terapia dei geni, Giordano parlerà della interazione esistente tra l'inquinamento e le malattie tumorali. Poi toccherà a Paolo Ponti, responsabile dell'Italian Trade Commissioner a Toronto, che introdurrà la sezione dedicata alla presentazione delle aziende.

Ponti parlerà delle nuove opportunità di sviluppo industriale sull'asse Italia-Canada grazie alla convenzione siglata dall'ICE ed il Ministero dell'Ambiente Italiano per la promozione delle aziende italiane nell'area NAFTA

Infine le aziende con Marco Versari, Direttore strategie di marketing della Novamont,  Massimiliano Uzzo, Ceo della Mg Trade, Tomaso Veneroso, Presidente di Am Cast e di Ciim Usa. A Joe Cordiano, già Ministro del Commercio dell'Ontario e membro del 'advisory  Board di Ciim Canada, il compito di chiudere il convegno.

La conferenza in programma il prossimo 27 settembre è sicuramente un passo importante che la CIIM intraprende verso la commercializzazione di tecnologie e innovazioni a favore dell'ambiente ma è anche l'occasione di aiutare a capire le conseguenze di fenomeni come il global warming.

Elemento distintivo di questa manifestazione è la presentazione al pubblico di importanti compagnie italiane come la Novamont Spa all'avanguardia nel settore delle bioplastiche con l'innovativo Mater-Bi®, che rappresenta davvero la realizzazione di un sogno. Un materiale al servizio dello 'Sviluppo Sostenibile', capace di coniugare esigenze ambientali con quelle di Agricoltura e Industria. La bioplastica sviluppata da Novamont è la risposta concreta alla domanda di prodotti di largo consumo a basso impatto ambientale. Nasce da risorse rinnovabili di origine agricola, diminuisce le emissioni di gas ad effetto serra, riduce il consumo di energia e di risorse non rinnovabili e completa un circolo virtuoso: le materie prime di origine agricola tornano alla terra attraverso processi di biodegradazione o compostaggio, senza rilascio di sostanze inquinanti. Il Mater-Bi® contiene materie prime rinnovabili come l'amido di mais geneticamente non modificato. La Novamont produce e commercializza diverse linee di biopolimeri per differenti tecnologie di lavorazione. Il materiale è disponibile in forma di granuli, con diverse formulazioni eo gradi.
Altra importante azienda che sarà presentata nel corso della conferenza è la MG Trade Srl che introdurrà ALULIFE, un brevetto mondiale che riguarda un sorprendente modo di finire l'alluminio che ricrea l'idea dello spazio e design usando materiabile riciclabile.

ALULIFE può diventare pavimento, rivestimento o elemento di arredo realizzato in diversi colori e finiture e permette di applicare larghe superfici di alluminio senza alcuna interruzione, sistemabile e adattabile ad ogni circostanza. Può essere usato sia per interni che per spazi esterni, dando la massima espressione al design: e' una rivelazione per gli architetti, costruttori e designers. Da grattacieli a piscine, da pavimenti a mura, da tavoli a porte, da mensole ad ogni altro dettaglio architettale.

Con caratteristiche uniche per ricchezza di sfumature, emozioni, tattilità, può prendere il colore del rame, dell'oro, dell'argento. È sensuale ed hi-tech, sabbiato o luminoso, naturale o minimalista, rugoso e caldo come il legno o increspato come la pietra. Negli ambienti di casa diventa un palcoscenico sensuale e sofisticato per le nuove esigenze dell'abitare. Mentre in quelli di business (uffici, show room), negli spazi pubblici (aeroporti, stazioni.), negli spazi del loisir (ristoranti, alberghi.) e nei luoghi della cultura (musei, gallerie d'arte) porta l'impatto della tecnologia e del design made in Italy.

Infine sarà presente anche la CBB Decanter Srl, che è un'azienda specializzata nella risoluzione di problemi ambientali. In particolare produce delle centrifughe per la depurazione di acque reflue e disidratazione di fanghi e liquami, raffinazione di mosti di vino, farine di pesce, succhi di frutta, agrumi, pomodoro e zucchero, trattamento sottoprodotti di macellazione e strutto alimentare E ancora: Estrazione e raffinazione di oli, separazione, da miscele liquide, di 2 o 3 componenti con densità diverse, di cui uno solido e applicazioni industriali chimiche e farmaceutiche.

La cosa importante da non dimenticare è che i rappresentanti di queste compagnie avranno la possibilità di interagire con imprenditori canadesi per esplorare opportunità di business nel mercato nordamericano.

Questa volta, quindi, è l' Italia che va incontro al Canada, "questo evento ne è la chiara dimostrazione, ma la CIIM, politicamente corretta e rigorosamente apolitica, sta già pensando a come portare il Canada in Italia. Un'occasione potrebbe essere la Fiera Campionaria di Milano, che riapre i battenti a novembre dopo dodici anni" afferma Leonardo Kosarew.