CIIM Logo
Contact us   |   Site Map   |   Home
Confederation of Italian Entrepreneurs Worldwide - North America

Member Login 


Become a Member



Friday November 21, 2008

Italia e Canada alleati per la ricerca

L’AAC e le imprese varano una talent strategy per favorire università e industria

TORONTO - Una “talent strategy” tra Italia e Canada per favorire gli scambi universitari e programmi congiunti di ricerca. Ma non solo: anche un maggior impegno nella tecnologia ambientale, l’energia rinnovabile e le biotecnologie. Il Canada consulta imprenditori, dirigenti e ricercatori italiani. E lo fa agttraverso il Gruppo di consultazione italiano (Ambassador’s Advisory Council – AAC) nato la scorsa estate per iniziativa dell’Ambasciatore del Canada in Italia, Alex Himelfarb, allo scopo di incrementare le relazioni economiche tra Canada e Italia. Ne fanno parte alcuni tra i maggiori imprenditori, manager, dirigenti della ricerca, professori universitari e giornalisti che fanno business o hanno legami con il Canada.
La seconda riunione del Gruppo si è tenuta recentemente a Milano. La crisi finanziaria, l’incertezza dei mercati, le ultime elezioni federali in Canada, una più stretta collaborazione tra Canada e Italia: questi i temi scelti dall’ambasciatore Himelfarb per aprire il tavolo delle discussioni. «In questa difficile congiuntura economica è senz’altro necessario guardare al commercio internazionale, concentrando l’attenzione su investimenti e innovazione», ha dichiarato l’ambasciatore.
L’ambasciatore Himelfarb ha ringraziato il governo e l’industria italiana per il loro sostegno a favore di una più forte relazione economica tra Canada ed Europa. Durante il recente summit Canada-Ue, tenutosi a Quebec il 17 ottobre, è stato annunciato, infatti, che le parti lavoreranno per un accordo di libero scambio che andrà oltre la riduzione delle tariffe, per abbracciare anche il commercio di servizi, gli investimenti e i trasferimenti di tecnologia.
All’incontro era anche presente Stewart Beck,viceministro aggiunto per gli Affari esteri e del Commercio Internazionale, responsabile per lo Sviluppo del Commercio internazionale, Innovazione e Investimenti, a Milano per l’ultima tappa di una missione in Europa di aziende e enti di ricerca canadesi nel campo delle biotecnologie. Canada e Italia hanno instaurato una proficua collaborazione di ricerca nella genomica umana e nel commercio di nuovi prodotti, come i vaccini. Nel presentare le strategie canadesi per l’innovazione, Beck ha incentrato il suo intervento sul desiderio del Canada di svolgere un ruolo attivo nel network della conoscenza globale, stabilendo collaborazioni con partner di rilevanza mondiale. Il Ministro consigliere commerciale Khawar Nasim annunciava una “talent strategy” che, con l’appoggio dell’industria e delle istituzioni italiane, vedrà la creazione di un meccanismo permanente per gli scambi universitari e programmi congiunti di ricerca, con lo scopo di rafforzare ulteriormente la relazione economica tra i due Paesi, tramite le future generazioni di studenti, ricercatori e innovatori.
Al termine dell’incontro, i partecipanti hanno convenuto di incentrare i prossimi incontri dell’AAC su tre settori chiave, ovvero: tecnologie ambientali ed energia rinnovabile; materiali avanzati per il settore trasporti e l’ulteriore sviluppo della collaborazione nel settore delle biotecnologie.
Al secondo incontro dell’AAC erano presenti: Paolo Astrua Testori (Managing, Testori); Lionella Bertazzoni (Addetta Economica, Agenzia Culturale del Quebec in Italia); Massimo Cavaliere (Direttore Generale, CIRA); Giuseppe Martini (direttore del Dipartimento per le Scienze della Vita, CNR); Roberto Mezzalama (Presidente e amministratore Delegato di Golder Associates Europe); Corrado Paina (direttore esecutivo, Camera di commercio Italiana a Toronto); Cristina Pedicchio (Presidente, CBM Scrl - Cluster in Biomedicine); Daniela Renosto (direttore, Agenzia culturale del Quebec in Italia); Nader Sabbaghian (amministratore Delegato, BravoSolution); Gianluca Salvatori (assessore per la programmazione della Ricerca & Innovazione, Provincia di Trento); Gennaro Stammati (già amministratore Delegato – Banca Commerciale italiana of Canada).